sabato 18 settembre 2010

Informatico Migratrore a Londra. 1° Parte.

Sono due le cose che si fa piu' fatica a trovare una volta che si decide di emigrare. Il lavoro e la casa.

Una volta decisa quale fosse la mia destinazione, ovvero Londra, seppi sfruttare bene il tempo che avevo a disposizione prima di partire da li' ad un mese.

Cominciai andando su google, e iniziai a cercare quali potessero essere le prospettive di vita, le possibilità di trovare un alloggio o un lavoro, chi erano gli italiani a Londra. Questo e' quello che ho fatto, ho scritto su google, in italiano "Vivere a Londra" e "Lavorare a Londra", ne escono di siti a bizzeffe con pacchetti del tipo "Casa + corso di lingua + lavoro"! Le cifre sono a dir poco esorbitanti!

All'inizio i miei piani erano quelli di prendere una casa per un paio di settimane, nella speranza di trovare una sistemazione migliore e un lavoro durante quel periodo di transizione. Inviai i miei dati ad uno di questi siti, un residence a 250 £ per week, dove davano ogni genere di comfort, piscina, sauna, ecc..., ed era pure semi centrale, ora non ricordo bene esattamente, forse zona 2 o 3.

Neanche passate le 24 ore, sul mio cellulare qualcuno con prefisso UK provava a chiamarmi. Quando ho risposto, questo signore con uno strano accento italiano, e per strano intendo di dubbia origine italiana, mi contattava per l'appartamento, dicendomi che ne aveva moltissimi a disposizione, e che il suo ufficio era sempre aperto tutti i giorni.


Ringraziai per la chiamata, esclamando anche qualcosa come, "Oddio, ma quanto ti costa?", e dopo un breve dialogo, in cui spiegavo le mie esigenze, lui mi suggerì di prendere una casa per piu' di un mese, cosi' avrei risparmiato. Io gli dissi che non avrei preso una casa per tutto quel periodo senza averla mai vista, ma se mi avesse inviato una mail con tutti i dettagli, avrei preso in considerazione l'idea.

A quel punto lui tagliò corto, ripeté il suo nome e quello del suo ufficio e attaccò.

Non ho mai avuto una sua mail.




Posta un commento